I Criteri di analisi del mercato.

Al fine di avviare il processo di screening che condurrà all’individuazione del mercato verso cui internazionalizzarsi è necessario stabilire quale approccio intraprendere.

L’impresa può decidere di basarsi su input provenienti dall’esterno e quindi sceglie di operare all’estero seguendo “strategie soft”, ossia fondare le proprie valutazioni basandosi sul contesto sociale, legale, economico, politico e tecnologico di un Paese e di conseguenza valutare i mercati esteri in chiave di “differenza culturale”. Solitamente questo accade quando un’impresa emula una concorrente nella speranza di avere lo stesso successo, o risponde alle esigenze di un consumatore locale specifico.

L’altro tipo di approccio che può avere l’impresa è di tipo più articolato, che prevede l’immediata individuazione di un “Paese obiettivo” che abbia “Terreno fertile” per il proprio prodotto, attraverso la Diagnosi della Competitività delle PMI sui mercati internazionali si valuta la relazione prodotto-mercato-Paese.

I parametri oggetto del processo di scelta sono in primo luogo l’attrattività del Paese (ovvero la valutazione del potenziale esistente); e successivamente l’accessibilità del Paese (condizione di accesso al mercato).

Avv. Matteo Tarricone